Al cinema!

 .

Lo strabismo è una malattia alquanto invalidante e ritengo indegno anche solamente pensare di prendere in giro chi ne è affetto (è già successo).

Se poi a questo difetto del visus aggiungiamo anche la pena che il sommo Dante nel canto ventesimo dell’Inferno appioppa a indovini e incantatori, cioè quello di procedere col viso torto in direzione della schiena, allora abbiamo gli ingredienti ottimali per una visione distorta e paranoica.

Perché solamente se si possiedono tali gravissimi difetti può capitare di trovare in un film meraviglioso come “The Artist” dei rimandi a un veteromassimalismo di sinistra, nonché a una buona dose di antimodernismo e immobilismo, tutte cose che ai cerchiobottisti nostrani fa sempre comodo denunciare.

Per Francesco Piccolo del Corriere, il film “the Artist” è stata l’occasione per lanciarsi in una filippica velenosa e ottusa contro chi teme “il nuovo che avanza”, contro chi non accetta la massificazione dei consumi e dei gusti, contro chi teme l’avvento di una precarizzazione selvaggia e disumana, contro chi fa della cultura un valore e non un peso morto.    Leggi il seguito di questo post »

Annunci

#FreeRossellaUrru

Pubblicato su Info. Leave a Comment »

Nonchalance

Pubblicato su Poesia. Leave a Comment »

chi la canta questa?

Pubblicato su Prosa. Leave a Comment »

Perdersi in un bicchier d’acqua

Non ci vogliono molte parole per comporre un’opera mirabile.

Buon divertimento!

Pirateria

E questi dovrebbero essere i “buoni”, i bianchi cavalieri che combattono la pirateria nel sacro nome del diritto d’autore, ma che della parola “diritto” non conoscono neppure il significato, se non quello di fare ciò che più gli aggrada…

Fonte: il Fatto Quotidiano del 27/02/12, dal Blog di Guido Scorza

.

Lo scandalo SIAE

Case vendute ed affittate a condizioni ridicole ad amici ed amici degli amici. Stipendi da capogiro. Bilanci truccati. Privilegi ed una convinzione di onnipotenza tanto radicata da consentire ai compagni di merenda di ignorare per quasi un ventennio una sentenza del Consiglio di Stato e di continuare ad agire fuori legge mentre i controllori – tanti – preferiscono fingere di non vedere per convenienza o quieto vivere. Patti di ferro ed inossidabili sodalizi con sindacalisti che divengono poi manager o consulenti strapagati.

Ci sono davvero tutti gli ingredienti dell’ennesimo scandalo italiano nella vicenda che, nel silenzio della più parte dei media, minaccia di travolgere e trascinare nella polvere SIAE, la gloriosa Società italiana autori ed editori costituita nel lontano 1882. C’è, evidentemente, un abisso  etico, morale e culturale tra gli uomini che sedevano nel primo Consiglio Direttivo dell’Ente come Giuseppe Verdi e Giosué Carducci ed i tanti che hanno occupato le medesime poltrone negli ultimi anni.      Leggi il seguito di questo post »

Pubblicato su Info. Tag: , . 3 Comments »

Colori – 1

Brown sugar

Pink ink

Blue(s)

Green world

Pubblicato su Immagini. 2 Comments »