A LETTO SENZA CENA

Evaporata

L’altra sera, per la seconda volta nella mia vita (la prima è stata una punizione, all’età di dieci anni, perché ero sparita di casa un intero pomeriggio senza dire nulla), sono andata a letto senza cena. Questo è molto grave, considerando il mio ormai mitico appetito senza ritegno.

Non che non avessi fame, semplicemente ero talmente depressa da non aver voglia di mangiare. Sembra una contraddizione, ma è successo così. Devo precisare che per me il cibo è un bisogno primario che prevale su qualunque altro, sono una di quelle persone che vivono per mangiare e non viceversa. Il cibo è una consolazione, una goduria, un premio, una cura per tanti disagi interiori, persino per la noia. Mia madre mi diceva sempre che da piccola quando non sapevo che cosa fare mangiavo.

Nonostante ciò non sono mai stata grassa, né robusta. In forma sì, sovrappeso mai. Anzi quando mi privo…

View original post 418 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.