Non è un errore di quelli che faccio spesso quando scrivo. Avete letto bene si tratta di “pene”.

Ma ora,  per evitare di essere “smantellata” moralmente, voglio precisare che cosa intendo dire con questo titolo ambiguo.

Innanzitutto: non si vive di solo “pene”, ma nemmeno di soli “fiori”.

La metafora è il mezzo che preferisco per esprimere i miei pensieri, e qui mi piace assai.

Per  “fiori” intendo le preziose carinerie,(sempre ben accette e assai gradite da noi donne), che a volte sostituiscono un gesto d’affetto, una carezza, un abbraccio, ma anche una sana scopata fatta come si deve e non la solita sveltina del sabato sera tanto per dire che anche questa settimana almeno una volta l’abbiamo fatto.

Nel cotesto odierno non sto parlando di me poiché attualmente sono single e quindi prendo quel che passano le dame di carità (in questo caso dovrei dire “dami”), purché sia di…

View original post 588 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...