PraguePatchwork – 04

Avrete certo sentito nominare i cristalli di Boemia. Questi oggetti di eccezionale brillantezza vengono lavorati da abili artigiani che ne ricavano dei veri gioielli, ricercatissimi in tutta Europa fin dal 1600.
Girando per Praga incontrerete un’infinità di negozi che vendono queste crazioni in cristallo, da un grazioso fermacarte a un imponente lampadario, o dalla bigiotteria alla gioielleria. Avendo un occhio esperto saprete riconoscere gli oggetti lavorati a mano, quelli che “brillano” per originalità e valore artistico. Se invece voleste andare sul sicuro, dato che la Staroměstské Náměstí dovete obbligatoriamente vederla, potreste fare una capatina da Moser.

Si dà il caso però che io non possa permettermi il “cristallo di Boemia”, e allora sono costretto a ripiegare sul “vetro di Praga”, che anche questo fa la sua bella figura, sia del suo che per riflesso.

Ciò che per noi è una finestra, apertura generalmente rettangolare contornata da un telaio di metallo o di legno che sostiene un pannello sottile di materiale trasparente in grado di isolare l’ambiente interno dagli agenti atmosferici esterni e di consentire il passaggio della luce solare, a Praga diventa l’ccasione per comporre un quadro.

Finestra_praga_04

.

Il vetro c’è ma non si vede (anche perché è pulitissimo) sopra questo elaborato ingresso che si trova nella prima corte del castello.

Finestra_praga_05
.A

Il vetro oppone poca resistenza alla luce, le cede volentieri, ma talvolta ci gioca un po’. E’ sempre lì, da secoli, e allora in qualche modo bisogna pur passare il tempo.

Finestra_Praga_01

.

A volte una grigia finestra si fa bella con qualche riflesso maestoso, quasi a ricordarci che lei può, perché lei è comunque a casa sua, e noi no, noi siamo solamente ospiti che vagano per Praga con la bocca spalancata.

Finestra_praga_03

.

Capita che il riflesso sia assai fuori dall’ordinario, come questo qua che ho pescato su una vetrata della Galeria Lucerna.

Finestra_praga_02

.

Il vetro dell’insegna di questa birreria riflette la sagoma del convento di Loreto (di Praga), il cui edificio principale, la Santa Casa, è la replica di quella che si trova presso il Santuario di Loreto, vicino ad Ancona.
Allo scoccare di ogni ora, dalle nove di mattina alle sei di sera, è possibile ascoltare il suono del carrillon olandese del ‘700, formato da ventisette campane le quali intonano la canzone mariana “Ti salutiamo mille volte”. Notevoli le decorazioni interne del santuario e la collezione denominata “Il tesoro di Loreto”, preziosi oggetti liturgici tra i quali anche un ostensorio del ‘600 che fa sfoggio di più di 6000 (seimila) diamanti incastonati.
Ogni volta che vado a Praga non manco mai da fare una visita… alla birreria ovviamente!

Praga_Pivnica-01

.

Questa sottile lastra di vetro non è sufficiente a proteggerci dal messaggio inquietante che ci trasmette il vecchio cimtero ebraico di Praga. In questo francobollo di terra, dal XV al XVIII secolo sono state sepolte circa 100.000 persone, uno strato sopra l’altro, una lapide sopra l’altra, un dolore sopra l’altro. E’ impossibile non restarne impressionati.

Cimitero_praga-01

.

Vetro e luce, un binomio inscindibile. Come vetro e fantasia del resto, in quanto il vetro si presta a mille forme. E allora luce sia, da questo splendido lume di una casa a Nový Svět.

Praga_ lampa_01

.

E’ tardi, giusto il tempo per un passaggio sul Ponte Carlo. Ora che non c’è più luminosità sufficiente per fare una scialba foto ricordo, la massa di turisti è scappata, il ponte si è ripreso i suoi spazi, e il vetro di questo fanale non si è ancora acceso di luce abbagliante, lasciando che a splendere sia Praga.

Praga_ lampa_02

.

Come l’altra volta, adesso vado a farmi una Staropramen, tanto per affogare la malinconia di non essere lì, ora. Mi consolo con la prospettiva di ritornarci, perché ne ho ancora di cose da scoprire, oltre ai vecchi luoghi da ritrovare.
Badate che, rispetto alla realtà, le mie foto sono poca cosa, un brodino annacquato, ma è il meglio che riesco a fare. Andate e vedete, capirete che non sto esagerando. Io intanto comincio a scegliere le fotografie per il prossimo post…

.

Altre immagini sono disponibili nei post
PraguePatchwork – 01
PraguePatchwork – 02
PraguePatchwork – 03

Annunci

Una Risposta to “PraguePatchwork – 04”

  1. PraguePatchwork – 05 | My3Place Says:

    […] Altre immagini sono disponibili nei post PraguePatchwork – 01 PraguePatchwork – 02 PraguePatchwork – 03 PraguePatchwork – 04 […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: