Arsenico e vecchi merluzzi

Stockfish

E ti pareva.
Un po’ di tempo fa ricevetti una telefonata da uno dei tanti call-center che hanno nella loro mission il compito supremo di spappolarci gli zebedei nei momenti meno opportuni.
L’inizio non prometteva niente di buono.
– Bungiorno, chiamo dalla comunità europea. –
– Come scusi? –
– Qui è la comunità europea. –
A parte il fatto che avere in linea “tutta” la comunità europea sembrò veramente eccessivo anche a un chiacchierone come me, non potei esimermi dal far presente che la suddetta indicazione era quantomai generica e oltremodo insignificante.
– Vabbe’, anch’io parlo dalla comunità europea, e allora? –
Silenzio. No, quasi silenzio. Si sentiva, appena appena, ma si sentiva, un ronzio, era il rumore dei mille ingranaggi del cervello di chi stava all’altro terminale di quella surreale comunicazione.
Dopo un tot angosciante, finalmente dal caos neuronico emerse un risultato intelleggibile.
– Ah sì, è vero. –
– Bene, stabilito questo punto fermo, ditemi: chi siete, e cosa vendete? –
– Eeeee… Enelgreenpower (tutto attaccato). –
– Ok, almeno ora so con chi parlo. –
Mi chiese se ero interessato ai pannelli fotovoltaici, e se avevo intenzione di installare un impianto a breve.
Risposi che se avessi avuto del sole a disposizione, i pannelli sarebbero già stati installati sul mio tetto da anni.
Come niente. Mi informò che avrei potuto ricevere la visita di un loro rappresentante per un preventivo, e per darmi informazioni su agevolazioni, contributi, ecc.
La ragguagliai sul fatto che, per vari motivi tecnici e architettonici, il silicio policristallino non andava bene per me, e che ero interessato solamente ai pannelli in silicio amorfo.
O conosceva a menadito la tecnologia fotovoltaica, oppure era ostrogoto, perché, senza incertezze, mi propose una serie di date per il passaggio del loro rappresentante (europeo?).
Mi accordai per un sabato mattina, anche se sconvolgeva di parecchio i miei programmi.
Com’è andata a finire? E chi lo sa, nessuno si è mai fatto né vedere e né sentire.
Ditta seria vero? Ok, io sopra Enel Green Power c’ho messo una croce. Se questi sono inaffidabili quando possono venderti qualcosa, in caso di problemi sarebbero latitanti come Riina. Grandi fanfare, grandi quotazioni in Borsa, grande marchio, ma alla fine solamente chiacchiere e distintivo.
Ma cosa ti vado a scoprire oggi?
Enel Green Power è stata la sede dell’ultimo triviale siparietto di papi, il palcoscenico dal quale ha potuto esibire il suo repertorio di battute misogine, trovando il favore del pubblico che ha risposto sghignazzando senza ritegno.
Ebbene, la ditta ha subito cercato di minimizzare, addirittura suggerendo che la vittima (ovviamente femminile) di quelle battute miserande fosse stata addirittura “onorata” da tanta belluina attenzione, e poi dichiarandosi stupiti di quanto appariva sui media, come se non fossero stati anche loro lì, in prima fila, a bearsi delle puttanate degne di un puttaniere e non di un politico che si professa “statista”.
Ecco cosa scrive al riguardo il sito di Enel Green Power

…Il Cavaliere è rimasto oltre un’ora, tra battute argute, qualche frecciata agli antagonisti politici,ecc… per affermare con forza che un paese civile e libero è basato sul rispetto, sulla libertà, sulla dignità, sulla parità di diritti e doveri tra stato e cittadini, ecc…

la solita velina agiografica, insomma, come se ne leggono in tutti i siti di queste aziende: chiacchiere e distintivo.
Ma… solamente proseguendo la lettura del comunicato scopro qualcosa di veramente interessante, e illuminante appunto.

…Silvio Berlusconi è stato accolto dai tre soci fondatori del Gruppo Green Power, Christian Barzazi, David Barzazi e Luca Ramor, ecc… Christian Barzazi ha annunciato, con la ‘benedizione’ del Cavaliere, la sua candidatura alle imminenti elezioni, alla Camera dei Deputati, ecc…

E ti pareva. Quando affari e politica (e che qualità di politica!) si mischiano, fosco si annuncia il futuro di quell’azienda.
Doppia croce sopra.

Fine primo tempo

…………………………….

Secondo tempo

E già che stiamo parlando di ditte “serie”, ecco a voi un campione di trasparenza, l’emblema dell’italica industriosità: la Finmeccanica.
Su una vendita di 12 elicotteri all’India, valore totale di circa 500 (cinquecento) milioni di Euro, pare che abbiano “preso il volo” 50 (cinquanta) milioni di Euro, per una tangente andata
non si sa bene a chi e dove, comunque a faccendieri e politici nostrani compresi.
E ok, su queste tangenziali si trovano sempre le stesse facce, sempre gli stessi squali, sempre gli stessi impuniti.
Un noto cavaliere brianzolo, esperto nel ramo tangenti, è arrivato a sostenere che siccome all’estero tutti pagano tangenti, è ammissibile che lo si faccia anche noi, e che la magistratura non dovrebbe ficcare il naso in queste faccende “da grandi”.
Su un “Giornale” amico egli (cito)

…critica aspramente l’inchiesta che ha portato alla decapitazione dei vertici di Finmeccanica con “conseguenze gravissime sulla nostra economia”. L’azienda “agisce come altri competitor internazionali, ma negli altri Paesi non c’è una magistratura che agisce come in Italia”, ha spiegato il Cavaliere.
Tutta colpa della magistratura, che “sta letteralmente mandando in malora l’Italia con una azione giacobina”…

Allora se passasse il concetto “visto che lo fanno all’estero”, dovremmo ammettere anche la pena di morte, la sharia, la censura, i test nucleari, la monarchia assoluta, la divisione castale, lo sfruttamento dei minori, il rigido patriarcato, tutti aspetti che definire controversi è un eufemismo, ma che trovano ampia applicazione in paesi con i quali facciamo lucrosi affari.
Vorrei però far emergere un aspetto negativo della corruzione che non trovo secondario.
La tangente guasta il mercato, peggiora la qualità, fa vincere i disonesti, ingrassa i prezzolati, diffonde il malcostume, ma anche e soprattutto impoverisce il paese.
Facciamo quattro conti.
Finmeccanica ha pagato 50 milioni di Euro (esentasse, of course).
Finmeccanica ha circa 70.000 dipendenti.
Carta e matita (vabbe’, calcolatrice), 50 milioni diviso 70.000 fa 714 e spiccioli.
Finmeccanica, invece di pagare una tangente a politici corrotti e affaristi d’alto bordo, avrebbe potuto dare ai suoi dipendenti, tutti i dipendenti, più di 700 Euro in busta paga (e non in nero), e scusate se in questi periodi di magra vi sembra poco.
Chissà, forse questo sistema del 10% di tangente vale per ogni commessa di Finmeccanica.
Siccome il suo fatturato annuo è di circa 17 miliardi di Euro, il 10% son 1,7 miliardi, che diviso per 70.000 sono la bellezza di 24.285 Euro all’anno per ogni dipendente, più di 2000 Euro al mese.
Questi soldi, invece di prendere la via dei paradisi fiscali, rimarrebbero nel nostro paese, tassati anche, ma soprattutto spesi, investiti, ripeto, nel nostro paese.
Ecco perché, ogni volta che sentiamo parlare di tangenti, non dovremmo indignarci (e magari invidiare il furbo di turno), bensì incazzarci come jene, giacché quei soldi li sfilano a noi, ai nostri servizi scadenti, al nostro futuro, ai nostri figli.

…………………………….

Ite, missa est.

.

Annunci
Pubblicato su Info. 6 Comments »

6 Risposte to “Arsenico e vecchi merluzzi”

  1. Evaporata Says:

    E’ chiaro che saremmo tutti benestanti se…ma poi ci abituiamo troppo bene, diventiamo pigri, vengono a mancarci gli sbattimenti per trovare il pane quotidiano.
    Dai Stelio, lascia queste menate ai soliti ladri che a noi toccherà il regno dei cieli.

    Mi piace

  2. limucci Says:

    Allooooraaaa… io sono ottimista. E poi sono anche credente, come non tralascio mai di dire. Credente in cosa lo sapete, non mi fate ripetere. E io rispetto voi e voi rispettate me. Cerco di seguire (raramente ci riesco) gli insegnamenti evangelici (ma proprio raramente, ci riesco). Ma di fronte a un… (fermata di un minuto buono buono … dài che ce la fai…) coglione (ce l’ho fatta!! avrei ingrandito anche il carattere, ma non ci sto a perder tempo) che chiede a una donna quante volte viene, e insiste pure, un’esclamazione mi sorge spontanea: “CHE MONDO DI MERDA!!!” (sottolineato, in grassetto, fosforescente, formato carattere 60). Scusa Stelio.

    Mi piace

    • Stelio Says:

      Comprendo il tuo stato d’animo; del resto sono io che t’ho provocato. 😉
      Però…. però…. non sarei veramente sicuro che il fesso con la fissa della fessa sia un coglione.
      Questo titolo onorifico, magari adornato da altre patenti di tal guisa, andrebbe dispensato a quella platea che sghignazzava di gusto.
      Quei lazzi da microcefalo possono far ridere solamente chi ha i neuroni che si ammazzano di seghe ogniqualvolta rilevano la presenza di una femmina.
      Papi fa leva proprio su questo mare di merda per tenersi a galla, oltre ovviamente agli interessi incrociati dei vari leccapiedi che da lui dipendono e ai complici di questa circonvenzione di incapaci.
      Se ricordi bene, il cacciapalle aveva promesso che sarebbe stato sconfitto il cancro, ora ha promesso che ripristinerà l’immunità parlamentare, ha promesso 4 milioni di posti di lavoro, ha promesso di tutto e di più, e adesso lui e quelli come lui si stanno sganasciando dalle risate al pensiero dei gonzi che, nonostante tutto, ancora ci credono.
      Chiamalo coglione…
      🙄

      Mi piace

      • limucci Says:

        Beh, ho detto quella parola a titolo di offesa, perché se manifestassi il mio pensiero in boccaccese non basterebbe il world wide web. Mi fa schifo dalla punta dei capelli (si fa per dire) a quella dei tacchi, è brutto, antipatico e non so cosa la gente ci trovi: anche un solo voto mi lascia allibita, alla faccia del rispetto altrui. Ma più stupefatta e incredula mi trovano quei dementi che ci ridono, a partire dalla deficiente a cui eran rivolte le domande da osteria, che le osterie mi scusino. L’avevo sottinteso, hai fatto bene a puntualizzare. Ma lui per me continua ad essere un cretino, a meno che non si ritenga furbo chi passa la vita a rovinare quella degli altri per i suoi porci comodi. 😉

        Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: