DI QUESTI TEMPI…

MANOLA

…è un po che non scrivo qui,i miei momenti di vita non sono particolarmente movimentati tanto da farmi scrivere,però i pensieri ci sono e tanti , di questi tempi chi  non li ha , ma la vita è fatta di pensieri, di rinunce ,di scommesse con se stessi per tirare avanti, di sogni mai avverati ma che bello sognare ,di speranze ecco ora sono un problema o il problema per tanti, troppi , io non ricordo momenti senza speranza come in questo periodo ,non tanto per me stessa ma per il mondo, bombardati da notizie negative ,si fa presto a dire un giorno cambierà certo cambierà ma come ….ricordo che rinunciavo a chiedere a mamma soldini per la gita scolastica delle elementari sapevo che era un problema erano ancora gli anni 50,così passavo il giorno della gita a casa giocando con la bambola mia e di mia sorella,una bambola per…

View original post 215 altre parole

Annunci
Pubblicato su Vita. 11 Comments »

11 Risposte to “DI QUESTI TEMPI…”

  1. limucci Says:

    Lo dicevo proprio un minuto fa: siamo bombardati da notizie negative e sconsolanti: va bene che ci sono e fanno bene a dirle, ma mai una storia positiva, magari un bombardamento di storie positive, perché l’ottimismo… è contagioso.

    Mi piace

    • Manola Says:

      Ciao Dany è vero ci vorrebbero ,forse stanno nelle piccole cose ,dentro le tue note ,nei miei piccoli lavori che mi aiutano a non pensare negativo , ma mai mi sono sentita così vuota ,ma non rinuncio alla speranza ….

      Mi piace

      • limucci Says:

        Questa te la devo: è il discorso finale che una ex allieva ora governatrice fa nella giornata dedicata al saluto a Mr. Holland, suo insegnante di musica. E’ proprio la mia storia. Ma anche la tua. Anche tu hai le note della tua sinfonia.

        …. Il sig. Holland ha avuto una profonda influenza nella mia vita, nella vita di molti di noi e… e tuttavia ho la sensazione che lui consideri gran parte della sua vita mal spesa. Circolava voce che da anni lavorava a una sinfonia che lo avrebbe reso famoso, ricco, entrambe le cose forse. Ma il sig. Holland non è ricco e non è famoso. Almeno non al di fuori della nostra cittadina. Perciò è comprensibile che a volte lui si sia sentito irrealizzato. Ma posso dire che si sbaglia, perché io credo che abbia raggiunto un successo assai maggiore della fama. Si guardi intorno: non c’è una persona in questo auditorio sulla quale non abbia influito. E ciascuno di noi è migliore per merito suo. Noi siamo la sua sinfonia, signor Holland; noi siamo la melodia e le note della sua opera; e siamo la musica della sua vita….

        Mi piace

    • Stelio Says:

      Andiamoci piano con i bombardamenti, perché c’è chi ci trova gusto a bombardare.
      Piccolo aforisma: le bombe saranno veramente intelligenti quando scoppieranno al momento del lancio.

      Mi piace

  2. Stelio Says:

    Non è chiaro se sei sconsolata perché la situazione generale è deprimente, oppure se sei depressa perché il tempo è maleducato e sono incancellabili le tracce del suo passaggio.
    Lascia stare i capelli, se devi proprio tingerli, scegli un bel color melanzana, oppure carota, che si vedano che sono tinti, ma almeno che siano di un colore che piace a te e non per far contenti gli altri, cribbio! Altrimenti lasciali grigi, entra a far parte anche tu delle “pantere grigie”, libere dalle catene dell’estetica imposta, e guai a chi le tocca!
    Gli occhi sono semplicemente una macchina fotografica, una lente, un diaframma, una camera oscura, un sensore. Fine. In sé non dicono niente. E’ lo sguardo che li rende luminosi, tristi, cupi, profondi, ridenti, accesi, dolenti, ecc. e quello è a prova di qualsiasi calendario.
    Quando un truccatore cercò di imbellettare il volto di Anna Magnani, lei lo apostrofò così “Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. Ci ho messo una vita a farmele venire!”.
    E allora via, senza trucco e parrucco, sempre in salita, ma sempre guardando la vita a viso aperto e a testa alta. 🙂

    Mi piace

  3. Manola Says:

    Ti rassicuro non sono depressa , forse direi preoccupata , come si fa a non esserlo ,consapevole dei nostri tempi,forse il mio scritto scolastico non ho saputo dare risalto al sotto inteso del tempo che passa come lo avevo in mente e ti dirò anzi che nonostante la situazione sia poco allegra in tutti i sensi ,sto vivendo interiormente ed esteriormente forse il mio periodo più vero, niente a che fare con rughe o trucchi vari per darmi un’età che non ho , uso raramente un po si rossetto e l’unica cosa sì, lo ammetto la tinta ai capelli ,a 18 anni già i primi capelli grigi che fino ai 40 diventarono sale e pepe in fretta ,feci lo sbaglio di fare la tintura spronata dalla parrucchiera ,e non ho avuto più il coraggio di vedermi tutta bianca ma non è detto, è da un po che ci penso solo dovrei radermi tutta prima …sarà dura decidersi….. 😉

    Mi piace

  4. Evaporata Says:

    Ehhhe Bellissimo post Manola. Specialmente per una come me che “senza speranza” ci è nata.
    Essendo nata senza speranza sono riuscita comunque ad arrivare fin qui, perciò significa che la speranza mi ha presa per mano e condotta da qualche parte tirandomi fuori da brutte storie non proprio adatte alla bambina che ero.
    Però vorrei aggiungere una post-illa al tuo post 😉 non per te o per chi la pensa come te, ma per chi ti legge e s’indubbia aggiungo un dubbio meditativo: “se siamo giunti al punto di non avere “quasi” più speranze, domandiamoci perché stiamo messi così”.

    Mi piace

    • Manola Says:

      Grazie Nadia , e per rispondere al tuo dubbio per me la risposta sta nel capire che forse ora di questi tempi è giusto saper rinunciare tutti a qualcosa perchè di questo passo non si può continuare è evidente che siamo a un punto di non ritorno, se non cambiamo mentalità , nasce un bimbo e come regalo ha già il suo compiuterino ,cellulare eccc… e ogni suo sogno anche a costo di grandi sacrifici dei genitori è subito esaudito ,mai capirà questo bambino da grande il sacrificio fatto per avere tutto e subito e da questo piccolo esempio si potrebbe andare oltre ai capi a quelli che abbiamo mandato a governare da 50 anni a questa parte che si sono omologati a scarica barile e che di rimando ci dicono pure ,ma ci avete votato voi ,certo ma non per governare per lo sfascio e arricchimento loro ,,,ecco perchè io penso che siamo messi così ,abbiamo perso l’equilibrio ,le scelte di grandi egoismi tanto al dopo ci penseranno i posteri ,ma il mondo sta scoppiando e ai posteri non ci arriveremo senza pagare lo scotto certo anche che chi pagherà di più sono sempre i soliti noti 😦

      Mi piace

  5. limucci Says:

    Il tuo scritto è “scolastico”, ma nel senso che “fa scuola”, a tutti noi. 😀

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: