COLAZIONE ALL’ALBA (assaggio)

 

Aveva già consumato, col pensiero, chili di sapone per la corda che avrebbe usato mettendo in pratica i suoi ricorrenti propositi di suicidio.

Tornando a casa quella sera aveva visto, straziato in mezzo alla strada, il corpo senza vita di un protagonista del suo fantasioso romanzo.

Da qualche tempo la sua segreteria telefonica non le riferiva più messaggi interessanti. Era delusa, demotivata ed aveva esaurito tutte le storie da raccontarsi per convincersi a restare in vita.

Varcata la soglia del suo appartamento – stanchissima ma senza sonno – si affacciò alla finestra per osservare la luna piena. Pensò allora di regalare un’altra opportunità all’ottimismo, proprio come aveva fatto la mattina mettendo gli occhiali con lenti scure, anziché prendere l’ombrello, per incoraggiare un raggio di sole che sbucava tra le nubi; tentativo riuscito perché il cielo si era rasserenato.

Uscì di nuovo e salì in cima alla collina dietro casa…

View original post 73 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...