LE DONNE VENDONO, VENDI LE DONNE. Il primo film targato “Un Altro Genere Di Comunicazione”

Ex UAGDC

“Come l’operaio si ritrova alienato nel suo stesso prodotto,
così grosso modo la donna trova la sua alienazione
nella commercializzazione del suo corpo”

Juliet Mitchell

“LE DONNE VENDONO, VENDI LE DONNE” è il primo film di montaggio del collettivo Un Altro Genere di Comunicazione. In poco più di venti minuti, il tentativo è quello di raccontare lo sfruttamento dei corpi femminili e la loro oggettivizzazione in nome di mercato, profitti, audience.

Programmi di intrattenimento, spot pubblicitari, cartellonistica, carta stampata usano tutti gli stessi stereotipi come fossero rivolti evidentemente a un pubblico solo maschile ed eterosessuale.

Lo sguardo mediatico rende le donne oggetti di rappresentazioni alienanti, relegandole ad essere portatrici di carica erotica uniche responsabili della gestione di ambiti familiari e domestici, annientando tanto l’individualità che la collettività del genere femminile.

Spesso le critiche alle rappresentazioni mediatiche vengono poste in maniera sovrastrutturale, mirando solo ad evidenziare lo svilimento del corpo…

View original post 234 altre parole

Annunci

6 Risposte to “LE DONNE VENDONO, VENDI LE DONNE. Il primo film targato “Un Altro Genere Di Comunicazione””

  1. Paolo1984 Says:

    estrapolare immagini di dragon ball e dei cartoni disney dal contesto non so quanto sia corretto, però

    Mi piace

    • Stelio Says:

      Hai perfettamente ragione, non è corretto; non bisognava estrapolare, bisognava scavare di più, affondare la lama per arrivare al contesto uniformante dei cartoni Disney. Volendo essere veramente scorretti si potrebbe scrivere che gli arcaici stereotipi da loro imposti a suon di canzoncine ammiccanti, avendo facile presa sulle malleabili menti dei giovanissimi spettatori, costituiscono un imprinting che è garanzia di futura fedeltà a un modello sociale rassicurante e produttivo, e soprattutto convenzionale e pilotabile.
      Bye 🙂

      Mi piace

      • Paolo1984 Says:

        i cartoni Disney (di ottima qualità) si sono evoluti insieme ai tempi..pure le tanto contestate (secondo me non sempre a ragione) principesse sono cambiate dal ’37 a oggi in linea coi tempi come è giusto che sia
        Teniamo presente che si ispiravano a fiabe classiche scritte nell’800 comunque

        Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: