Istantanee a Sant’Angelo

Gatto Atlantico

Sono grata a Sant’Angelo, il paese di mio nonno un po’ nascosto tra gli Appennini, perché normalmente mi lava mi pettina, mi fa un massaggio, mi stimola il riso e le proporzioni delle cose. E mi lascia sempre belle immagini da conservare nel cuore.

Lo diceva Fiorella l’altra sera di certe istantanee che coglie, magari come quella volta che ha guardato in su e non c’era nessuno tranne la neve a coprire mattoni prati e cemento.

Me la ricordo bene la neve a Sant’Angelo e quando ci penso la associo sempre a Zia Peppina, alla sua risata irripetibile, al suo grembiule, alla sua pizza pasquale e alle sue imitazioni impareggiabili.

Per non parlare dei fiori di zucca fritti che mi preparava una sera sì e una sera no, appena colti dall’orto.

E penso pure a Maria Rita e Angelo che mi si portavano appresso, io ragazzina piccoletta che guardavo ancora…

View original post 602 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: