Teatro delle Ombre

libera.mente

Sprazzi di sole

e poi io ritorno groviera di buchi neri, senza fondo pare.

 

Oggi, andando, pensavo: ma se questi buchi (mancanza dell’assenza) fossero riempiti con zolle di radici di piante di fiori, diventa  un giardino di profumi e colori

i buchi-insoddisfazione dolore morte accanto la perdita

l‘impotenza- sono voraci, lasciano cicatrici e crateri di fuochi con cenere ancora fremente, parassiti gramignosi

Sì invece ho scavato spazio per tante piantine che poi sono alberi un giorno, enormi come baobab  proteggono e sostengono

 

Riempire i buchi ma non facendo altri buchi questo il segreto

Che vuol dire essere giardiniere resilienti e operose sovversivamente

In solitudine di moltitudine

 

Cantando mie note di pancia e cuore

Per chi non ha capito la ‘mia’ musica

Fraintendendo manipolando il terreno

Ma si fà e rifà, dissoda e ricrea

E se pensi ai buchi, pensi pure alle piante

Che ridono con diaframma che…

View original post 33 altre parole

TENTAZIONI

I pochi amici che mi concedono la pazienza di leggere il mio blog, probabilmente, avranno notato la rarefazioni dei post pubblicati.
Qualcuno mi ha chiesto se sono a corto di idee o, addirittura, sono incappata nel classico “blocco dello scrittore”.
Ma va là, quale scrittore, sono una che scrive e basta. Sono una che ha bisogno di scrivere tutto ciò che le passa in la testa per necessità vitale, perciò non soggetta alla sindrome che colpisce gli scrittori professionisti. Scrivo ogni giorno da tutta vita.
Certo sarebbe bello (soprattutto adesso che sono disoccupata) se riuscissi a guadagnare qualche soldo vendendo i miei libri, ma non ci ho mai sperato benché ci abbia provato e continui a provarci.
Quello che induce la tentazione di allontanarmi da social network e blog è constatare che ormai la gran parte di mondo alfabetizzata scrive di tutto, su tutto e dovunque. Scrive e non legge…

View original post 264 altre parole

Le vacanzedistanze

libera.mente

Le vacanzedistanze

Si sale e si scende, comprate un giro di giostra

si parte e si torna

si arriva e si scende

si torna e si sale

o puo’ essere in tanti modi

siamo grotteschi visti da fuori

con i piedi frementi Km

anche

per dimenticare

per dimenticarci per un po’ di noi

e dei cuori sfranti

Ci ho provato pure io e sono salita e scesa

e poi salita e poi andata e poi tornata

non potrei andare senza pensare di tornare

è come: volo ma poi atterro e mi ri.prendo.

Poi c’è chi in cielo ti intercetta e gli piacciono i tuoi colori, di piume- ne vorrebbe trattenere qualcuna per sé-

ma non ci riesce allora cerca di bruciarti le ali,

niente da fare, impulso a volare è troppo forte,

nonostante sua stizza e sostanza marrone che desidera lanciarti addosso,

tu rimani iridescente e trovi la forza,

nel…

View original post 29 altre parole

SPIRITELLO

Ci sono momenti in cui uno spiritello stupidello s’impossessa del mio cervello

e m’induce a pensare frasi con rime baciate quanto mai sgangherate

Per esempio adesso ho in mente:

“Un rasta che resta nella foresta ci fa una festa”.

Bella stronzata eh…

E quasi ogni giorno arriva l’attimo del pensiero di follia foriero

Pensieri bizzarri, stravaganti, a volte pedanti perché ripetitivi e alienanti

Un pensiero garrulo come una presa per il culo

Presa verso chi? Ma verso me stessa che in quel minuto sono fessa

Fessa e un po’ scemotta con la mente che fuma come un pera cotta

E proprio perché fuma, la mente cerca vie per uscire dal presente e arieggiare la meninge

replicando l’indovinello della Sfinge

Ma quale indovinello?

E che ne so, chiedilo al mio cervello

Che è sempre lui: lo spiritello stupidello

Memento... Memento…

E’ un mondo difficile il mio, ormai lo sapete.

Ma se non…

View original post 18 altre parole

Malinconia

simonebocchetta

Questa malinconia: quanto si dissipi in gioia e quanto questo non sia mai problema.

View original post

BELLA

E’ talmente bella che ne faccio soggetto di un post

senza scrivere nulla

poiché questa immagine parla da sè

Guarda e stupisci Guarda e stupisci

View original post

DEDICATO a un paio di persone o tre, magari anche quattro…

E poi ci sei TU

che non hai paura dei miei pensieri extra-vaganti

perché sai che non è follia

ma troppa intelligenza

che a volte non sa

da quale parte andare

...

View original post