Il più grande

?

È indubbiamente un cavallo, …DSCN0050_R

.

 … di un monumento equestre, …P1060644.

… di un GRANDE monumento equestre!P1060646

.

Si tratta del monumento a Jan Žižka, il condottiero hussita (della fazione taborita) che dopo la prima defenestrazione di Praga armò i contadini boemi e sconfisse ripetutamente le armate del Re di Boemia e alleato del Papa, Sigismondo di Lussemburgo.
Nel 1420 Žižka difese Praga e respinse i crociati sul colle di Vítkov, poi rinominato in Žižkov proprio per ricordare l’incredibile vittoria sui temibili cavalieri di Sigismondo.
Žižka, avendo a disposizione delle forze ben motivate ma scarsamente armate, apportò delle geniali innovazioni di tecnica militare, tra le quali il cerchio di carri (come quelli che avrebbero poi realizzato con i Conestoga i pionieri del Far West) e l’artiglieria mobile, oppure inventò armi nuove, per esempio applicò dei chiodi al correggiato, lo strumento contadino per battere i cereali, trasformandolo in una temibile arma simile al mazzafrusto.
Già cieco di un occhio, nel 1921 fu colpito da una freccia durante l’assedio del castello di Rabí e perse anche l’altro occhio. Nonostante la completa cecità egli continuò a guidare gli hussiti di vittoria in vittoria contro i papisti. Poco prima di soccombere alla di peste nei pressi di Přibyslav, egli chiese che la sua pelle fosse utilizzata per i tamburi del suo esercito, così da poterli guidare ancora dopo la morte.
Jan Žižka fu uno dei pochi condottieri che non perse mai una battaglia, e senz’altro fu il più grande stratega militare del suo tempo. Il suo monumento equestre eretto nel 1950 sul colle di Žižkov, con le sedici tonnellate e mezza di bronzo che lo compongono, è il più grande d’Europa (e il terzo nel mondo).
Qualcuno si starà chiedendo come mai nei nostri testi di storia il suo nome non appaia con la giusta rilevanza che meriterebbe.
La risposta è molto semplice: come un altro illustre personaggio di due secoli prima, il re di Boemia Otakar II che estese i suoi domini fino all’Adriatico settentrionale, ebbe il torto di porsi in conflitto con la curia di Roma, e si sa che il Vaticano, da sempre influente se non addirittura invasivo nelle vicende secolari italiane ed europee, è uso manipolare la storia a suo esclusivo beneficio, precedendo di molti secoli ciò che G. Orwell paventava nel suo “1984”.
Per Roma era preferibile che scivolassero nell’oblio gli importanti accadimenti boemi del ‘400, quel generoso movimento di popolo che anticipò di cent’anni la Riforma Protestante di Martin Lutero, e che impallidisse anche il ricordo di coloro che predicarono e difesero, anche a costo della vita, una loro idea di chiesa meno formale, meno contigua al potere e al denaro, Jan Hus, Girolamo da Praga, Jan Želivský, e ovviamente Jan Žižka.

.

P.S. “All’occhio accecato” la birreria-pub di Praga con le decorazioni che narrano in maniera molto originale le avventure di Žižka, è uno dei locali che preferisco. Se ce la fate a trovarlo, a entrarci, e a restarci abbastanza a lungo (per un paio di birre almeno), forse potremmo anche andare d’accordo. 🙂

.

.

6 risposte a "Il più grande"

  1. Pingback: lastoffagiusta.it
  2. Una domanda, Stelio: ma dove li pigli tutti quei caratteri speciali? O che tastiera c’hai? 😉
    E ancora: tu dici che posso lasciar detto che la mia pelle sia conciata per strumenti a percussione, così che possa suonare anche da trapassata? Non scherzo, dico davvero.
    P.S.: arriverà il giorno che dagli scatoloni usciranno pezzo a pezzo tutti i pezzi dl computer in modo che possa smettere di scrivere sulla tastiera di un portatile che si mangia le lettere e scrive dove diamine gli pare, arrampicata su una seia che poi appunto sarebbe sedia?

    "Mi piace"

    • Tu c’hai la pelle fina, al massimo ci si fa un tamburello! 😀

      Quanto alla tastiera, anche se ne ho una con i caratteri slavi, io scrivo con un editor di testo (Libre Office) che ha tutti i caratteri speciali, e poi copio e incollo ciò che ho scritto nel post. C’est plus facile!

      Se la tastiera del tuo pc è difettosa, prova con quella del pianoforte. hai visto mai… 😆

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.