Bluesette

Libera.mente

La piccola Blue, seduta in cima a quell’albero, sta appollaiata sul ramo fiorito, sì perché è inverno, nevica, ma il pesco fiorisce nonostante tutto.

Dalla sua posizione privilegiata, lei, osserva e aspetta.

Di tutto passa là sotto, uomini e donne con carichi di carrelli e passeggini colmi di scarti, cose recuperate, rotte, usate, logore e no, appartenute, un tempo, ad altri uomini, ora dimentichi di molto.

 

Blue li vede affannarsi e anche a lei viene affanno e una grande fatica di vivere con i pesi di sempre, più quelli, che di famiglia, le fanno compagnia. Però il ramo nella sua bellezza non si spezza e lei rimane saldamente seduta lassù.

 

Scorge queste belle teste ingrigirsi, chissà cosa pensano e quando finiranno questo giro vorticoso di lascia e prendi, cura e tradisci.

 

Non capisce la rabbia Blue, quella che separa tutte queste teste dai loro cuori fiammeggianti, non…

View original post 78 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...