rIcOrDi

Libera.mente

Ci sono macchine del tempo per fermarlo o accellerarlo

Quasi come finirci dentro al tempo che scorre immobile andando per Zagarolo e poi Stradarolo visitando

un po’ esplorando sorprese di musica,

energia per le strade del paese. E ricordi…

Ricordare francesco di g., sicuro ci passeggiava qui, prendendo il caffè o il giornale. Amici che non scordano, perchè amici veri non ne sono capaci, dell’oblio, intendo.

e con  la festa dei panni stesi manifesti si appendono  parole di affetto e abbracci.

Il lungomare  di tovaglie cucite assieme per non perdere il posto a tavola, rivedo Giulia e Lorenzo, ricordo delle primavere passate di Km ad esplorare una città misteriosa come Roma, varcando strani territori a piedi muniti, con forti desideri di scoperta e coscienza.

Storie di capre e cavoli e lupi quando Andrea ascoltavo per le strade di gioventù piene.

Poi le energie degli studenti condotti da Letizia e l’organetto…

View original post 382 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: