Premonizioni sul treno all’incontrario

Gatto Atlantico

Sono stati giorni intensi, di premonizioni e piccole fatiche. Ma anche di risate e di bellezza. Delle mie montagne e Appennini, così colpiti dalla natura in questi giorni e il nostro territorio martoriato e Amatrice che non è vero che non c’è più. La rivedremo.

Ce la faranno.

Non ci sono alternative al farcela. Non ci sono mai. Fa bene chi dice che dobbiamo abbracciarci noi uomini di buona volontà e volerci bene.

Per questo ieri non so perché ma ho capito che ti ho perdonato. Non pensavo sarebbe mai accaduto. Però è andata così. È accaduto in terra pugliese, mentre tornavo seduta su un treno che andava all’incontrario come nella famosa canzone. Poi ho anche capito che dovevo farlo proprio ieri, non è così?

Saranno le solite premonizioni appunto. Quelle che conosci. Le mie. Deve funzionare a pezzi di cuore la vita. Che questo cuore è infinito, il legame…

View original post 228 altre parole

Annunci

Stelle cadenti*

Evaporata

L’altra sera mi sono trovata nella situazione ideale per ammirare stelle cadenti e, guarda caso, era proprio il 10 agosto, festa di San Lorenzo nonché giorno per antonomasia dedicato al fascinoso evento.

Raramente mi era successo di essere proprio il 10 agosto in zona collinare, sdraiata a terra con lo sguardo rivolto al cielo e, in quei rari casi, di stelle cadenti non ne avevo mai viste.

L’altra sera invece ne ho ammirate ben cinque!

Il contesto in cui è successo, più che romantico era di puro affetto. A casa di una cara amica che non vedevo da un anno poiché risiede in Germania e torna nel suo paese solo pochi giorni d’estate, occasione in cui ne approfittiamo per riabbracciarci e raccontarcela un po’.

Insieme con altri amici abbiamo trascorso qualche ora della sera stesi sull’ampio terrazzo esposto generosamente alla volta celeste, tra una chiacchiera e l’altra, siamo rimasti ad…

View original post 252 altre parole

Per dire NO

Gatto Atlantico

Le ragioni per scegliere il NO al Referendum costituzionale sono tante. E andrebbero letti con attenzione i costituzionalisti che spiegano il perché questa riforma non migliora il funzionamento dello Stato ma lo rende invece farraginoso, disequilibrato e lesivo rispetto alla qualità democratica del tutto; in soldoni toglie diritti al massimo organo costituzionale dello Stato: il Popolo.

Mi piacerebbe provare a spiegare in modo semplice il perché, ma non essendo una giurista temo di non essere all’altezza.

Penso però di avere gli strumenti per spiegare perché bisogna votare NO già per i presupposti, senza nemmeno la necessità di entrare nel merito.

Ce ne sono varie di ragioni, alcune possono sembrare irrilevanti e altre di mera forma. Ma la forma è importantissima quando si tratta del documento che è la massima fonte su cui si basa l’intero ordinamento. Una cattiva fonte crea cattive leggi.

Come prima cosa voglio però dire che se…

View original post 859 altre parole