Il sesso fa cagare

Sono a letto. Febbre a 39,4. Non so ancora cos’ho, forse una broncopolmonite, forse un’infezione bastarda, forse avvelenamento da plutonio, forse la peste. Boh. Domani, se sarò ancora vivo, vi farò sapere. Forse.
Intanto, Carpe Diem, approfitto di questo mio stato confusionale per scrivere un testo che più di qualcuno/a potrebbe definire, a ragione, delirante. Solamente la febbre alta poteva far venire a galla certi vaneggiamenti, e con lo stesso effetto di una demenza senile precoce (comunque non tanto precoce) scardinare certi meccanismi inibitori che mi hanno impedito finora dal convincervi che io sono fuori di testa.
Il titolo vi disturba? Perché, forse non siete d’accordo? Portate pazienza un attimo, e abbiate pietà del macello neuronale che la febbre mi provoca, stento anch’io a mettere ordine in quello che vorrei dire.
I più potrebbero supporre che raggiunta una certa età il sesso possa aver perso in parte o del tutto il suo irresistibile fascino. I corpi sono stanchi, la pelle appare grinzosa, i peli superflui la fanno da padrone, epa e natiche anno raggiunto le dimensioni del Cordovado e la consistenza di un budino coi grumi, e soprattutto manca l’effetto sorpresa, ormai si è fatto, si è visto, si è provato, altro non c’è.
Chi conosce la mia età direbbe che parlo per esperienza, e magari forte della sua esperienza, anche se non con i termini che ho usato io, potrebbero confermarsi nell’intimo l’assenza di desiderio, e finanche una sorta di repulsione verso le scene di sesso esplicite, viste, provate, ricordate..
Doppio errore.
Primo, il titolo non vuol dire questo, e secondo, il desiderio è come il domani, non muore mai.
20, 40, 60, 80, sono solamente numeri anagrafici che indicano la forma di una scatola, non il suo contenuto. Il sesso non è nel corpo, è nella mente. Il corpo è solamente il cucchiaio o la forchetta che si utilizza per portare al palato un boccone prelibato, sono solamente posate.
Se avete la fortuna di avere ancora accanto la persona che avete amato, continuate ad amarla, perché il sesso ha mille sfaccettature, e basta il semplice contatto tra le due epidermidi finalmente libere dalle loro prigioni tessili per avvertire il campo magnetico che si instaura quando un’aura si fonde con l’altra, e il resto viene da sé, a prescindere dal colore e dalla quantità di capelli, a prescindere dalla carta geografica stampata in volto, indifferentemente se è la prima volta o l’ultima.
Ma allora, mi si chiederà, perché quel titolo greve?
Perché e vero.
Non penso di raccontarvi niente di nuovo quando voglio attirare la vostra attenzione sui benefici di una vita attiva, ricca di movimento, per mantenersi in buona salute.
Tra tutti questi benefici ci stanno il colesterolo basso, la circolazione sotto controllo, il mantenimento del peso forma, la riduzione di rischi di osteoporosi, e tanto altro. Tra questo altro c’è anche, ovviamente, la il buon funzionamento dell’apparato digerente, dall’assimilazione all’evacuazione. Tutti i movimenti che interessano l’intestino concorrono al giusto processo digestivo, e non penso che possa esistere un esercizio ginnico più divertente di quello che Stefano Benni nel libro “Terra!” chiama “sbattilapanza”.
Questo delirante concetto mi è cresciuto in mente come un fungo velenoso nella bruma di una foresta impenetrabile. E mi ci sono perso.
Ecco spiegato il titolo, è una questione di fisico e di fisica, il sesso fa cagare, è un piacere che promette di mantenere efficiente e in salute il vostro intestino, e se poi vi va, potreste avventuravi in un blando sesso anale, e anche qui la fisica ci assicura che in caso di stipsi la faccenda potrebbe risolversi in vostro favore.
Se non ne siete convinti provate a stare un lungo periodo senza sesso e senza cesso, non penso che la vita vi sorriderà.
Ave, morituri te salutant.

Annunci

6 thoughts on “Il sesso fa cagare

  1. Mi sembra che tu sia più che mai in sentore, caro Stelio, la tua chiarezza è quasi commovente. Essendo la prima volta che ti leggo riguardo il sesso, ne sono piacevolmente sorpresa. “20, 40, 60, 80, sono solamente numeri anagrafici che indicano la forma di una scatola, non il suo contenuto. Il sesso non è nel corpo, è nella mente. Il corpo è solamente il cucchiaio o la forchetta che si utilizza per portare al palato un boccone prelibato, sono solamente posate”. Questo pezzo è da incidere sul marmo e corrisponde al mio pensiero di sempre.
    Non sopporto il sesso anale (usando il mio ano) perché è un punto molto delicato per me, tant’è che non ho mai messo neppure le supposte. in ogni caso sono d’accordo, il sesso fa cagare perché il retto può essere stimolato anche attraverso la vagina.
    Spero che tu non abbia una patologia grave e che la guarigione sia subitanea. Però continua a delirare anche quando sei sfebbrato. 😀

    Mi piace

    • Lieto di averti divertito.
      Oggi ho scoperto una coincidenza interessante, si potrebbe persino definire una congiunzione astrale.
      Questo post nel quale per la prima volta parlo di sesso è stato concepito e partorito in un giorno solo. Quale?
      14 marzo.
      Giornata della bistecca e del sesso orale.
      1 – Quale giorno più propizio per un post così “carnale”?
      2 – Noi maschi siamo i veri depositari del sesso orale. Nessuna femmina sarà mai abile come noi nel fare sesso a parole…

      Ahoj 🙂

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...