Le età

Immagine da wired.it

Vediamo se vi ricordate le principali fasi della civiltà umana
Età della pietra.
Età del rame.
Età del bronzo.
Età del ferro.
Oggi, in che età siamo?
Verrebbe da rispondere che siamo nell’età della plastica, ma ritengo che questo pervasivo materiale sia solo una delle manifestazioni dell’età che stiamo vivendo, come la ruggine lo era nell’età del ferro. Non si dovrebbe dimenticare che buona parte degli aspetti tecnologici che definiamo “moderni” derivano da un insieme di elementi che coniugano nuove forme di energia, quella elettrica in primis, e nuovi materiali, come per esempio le leghe leggere o le terre rare.
Mi si permetta allora di definire questi nostri tempi come “L’età del troppo”.
Convengo con voi nell’osservare che le ricadute di questa fase non sono uniformemente distribuite, ma non lo erano nemmeno quelle delle precedenti fasi protostoriche, però esiste una tensione universale che trova desiderabile alcuni aspetti gratificanti dei principali aspetti di questa nuova età.
Pensateci un attimo, il “troppo” è il marchio di fabbrica del primo mondo nel quale ci troviamo.
Troppo si mangia, e così siamo troppo grassi.
Troppi zuccheri e troppo sale nei nostri cibi e nelle nostre abitudini.
Troppe automobili e ciclomotori in città a fuori, e troppi gas di scarico.
Troppo caldo nelle case e negli uffici.
Troppi ammennicoli elettronici che diventano obsoleti troppo presto.
Troppi rifiuti, che poi vengono trattati troppo male.
Troppi centri commerciali, nei quali c’è quasi sempre troppa gente.
Troppo scadenti i capi di abbigliamento, e troppi nei nostri armadi.
Troppa fretta per andare da qua a là, e da là a qua.
Troppo facile fare e disfare un’unione.
Troppe voglie da soddisfare prima di subito.
Troppo bravi a scuola, tutti, e perciò troppo liberi di fare e non fare.
Troppe immagini e troppo suggestive per essere vere.
Troppo caldo e troppa pioggia nei nostri inverni.
Troppo forte la cacofonia di voci e rumori nei quali siamo immersi.
Troppo volubili le nostre opinioni, a causa di una memoria troppo corta.
Troppa aria condizionata, e sempre troppo fredda.
Troppo pesante il cemento che spargiamo ovunque.
Troppo sazi per comprendere chi ha fame.
Troppo artificiale la nostra vita.
Troppe parole che poi nessuno legge.
Nemmeno queste.
Per fortuna.
.

5 risposte a "Le età"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.