in volo ritornano

Libera.mente

Gli uccelli migratori son tornati sul balcone

ne hanno da raccontare e io al solito li ascolto…

anche io ne avrei da dire

non un  inverno semplice

di mancanze perdite avvicinamenti scoperte e delusioni

In primavera tornano

mi hanno portato qualcosa di nuovo

tra le zampette

sbrilluccica

 

cerco di afferrarlo e lo vedo: un piccolo cuore di oro rosso raccattato chissà dove

ritornano loro e ritorna il cuore

sarà da fidarsi affidarsi crederci farci una  risata su

sui voli miei narcisi e vani  pure se in cerca di approdi

spero il cuore mi cucini qualcosa di buono

e si dia generoso e coraggioso di tempo.

come il cinguettio degli uccellini carichi di storie e luoghi incredibili

in arrivo

View original post

Con le amiche

Libera.mente

Con le amiche ci si scambiano vestiti, gli si fa fare un altro giro di giostra, altre storie ed avventure; a volte si riceve molto se precedentemente si è lasciato andare.

Con le amiche non sempre ci si capisce perché le scale da intonare sono anche dissonanti, ma il materiale lo stesso.

Con le amiche si trasmettono piccole note di servizio, note a margine e postille luminose, quando il cuore scoppia e non si sa dove andare, tutto sembra finire in una pozzanghera fangosa dove comunque, lo sappiamo bene, si riflette il sole.

Con la amiche visciole o nocino, o erbe da riconoscere e non negarsi solitudine insonne perché c’è, pure se si fanno le capriole per arginarla.

Con le amiche ci si confessa o sconfessa e non si cerca il giudizio, anzi per un attimo lo si mette in salamoia, sarà migliore tra qualche tempo, non ora.

View original post 250 altre parole

Attenti a quelle due

Libera.mente

La canzone di sottofondo di musica napoletana fa la cornice

il quadro in questo cemento urbano grigio e soffocante di luglio

sono loro: gli occhi persi e le parole in testa, troppe.

Loro, ne ho incontrate due  in giorni a distanza ravvicinata, con ovvio desiderio di essere viste diversamente uguali (già chi non vorrebbe essere visibile nel cuore?)

Anziane signore con cappelli di paglia colorata a falde larghe ed estrosi occhiali brillantati, scarpe scintillanti di pietrine povere e vestiti leggeri da lady primavera che non è mai finita.

Perse nel loro sogno di bellezza…

Come lo sono anche io di questi ultimi giorni viaggianti a vagabondare e incontrare e stupirmi e provare il brivido di bellezza che è la vita quando arriva dopo tanto temporale.

Il clima giusto e evocare non più tempeste, le due signore ne avranno viste di ogni colore, da sole ora nel loro viaggio in bus semideserto, oppresse…

View original post 176 altre parole

audacia di sogno

Libera.mente

Ti ho sentito cantare una canzone,
è la stessa che canto io,
in questi giorni di negazione,
in questo tempo di passaggio.
Parla di un deserto da attraversare,
fa l’elogio dei castelli in aria
ed è qualcosa che mi fa sperare,
che mi dà coraggio.

In questo tempo diviso, tempo ripiegato,
tempo di fiori recisi, di cuori sezionati.
Tempo di un mondo migliore,
tempo di un mondo migliore,
se solo avessi l’audacia di un sogno.

Ti ho sognato su un piccolo battello,
è lo stesso su cui navigo io,
tra questi fiumi di negazione,
in questo tempo di passaggio.
Non esiste giorno che non cerchi il mare,
mare aperto dove regna la deriva,
perché è qualcosa che mi fa sperare,
è qualcosa che mi fa sperare
e che mi dà un motivo(ACUSTIMANTICO)

Suono una mazurka e il ragnetto va frenetico avanti e indietro, sono concentrata ma il suo moto distoglie…

View original post 141 altre parole

le parole del silenzio

Libera.mente

Non è letteratura non è storia non è scienza
È frammento e poi che lingua è?

Mi faccio spesso troppe domande, sarà per questo che io non sia una facile, anche se esteticamente appetibile, scelta per molti?
L’automatismo della scrittura, le schegge di pensieri frantumati fanno male oppure rimessi assieme con l’oro diventano preziosi oggetti soggetti di volere.

Ho incontrato una matura donna giovane di nome Lea e con altre donne preziose, già il genere donna esiste, ci siamo messe ad ascoltare e fare scrivere esperienza
e ho preso appunti vitali come razioni d’ acqua nel deserto
e mi sono sentita ravvivata, viva di nuovo.

Cosa mi dà la vita è la musica e la scrittura
eh già pure il suono e la voce e gli intervalli di melodia consonante o dissonante,
va bene anche la settima attratta verso l’ottava, come un magnete deve poggiarsi là.

Così ho scelto un…

View original post 396 altre parole

ostinata.mente ri.cerca

Libera.mente

In un ostinato cinguettio insiste, è il mio nuovo vicino, sul balcone ogni giorno arriva e si esibisce, davanti a me che ho sempre prediletto le ali e poi le ho riposte dietro la schiena per proteggere qualche cosa.
Lui ritorna ora con la primavera, anche se pare sia freddo, ci attendono forse brutte nuove, quindi rigido, questo sole di quasi maggio.
Il suo canto ostinato mi riporta ad un incerto ri.mettersi a cercare ago nel pagliaio

così
mi sembra impossibile andare a votare per un sindaco di democrazia dispersa
mi sembra impossibile che ci siano troppi io e pochi noi,
e così… inaudita questa violenza di aggressione imbecille carica,
e quindi zavorre. Persone multistrato pesanti nella loro leggerezza ad inseguire in retini invisibili farfalle colorate, e tutto ha vita breve.
Il ti vorrei non corrisponde al ti ho, oppure meglio ‘ho’ senza ti.ci.si.mi.
Ostinato mi ricorda di tenere a…

View original post 163 altre parole

cancella quel numero

Libera.mente

Ci lascia degli ottimi pezzetti di pane e noi ringraziamo cantandole una delle nostre canzoni preferite, come non potremmo? A lei fa piacere, si vede da come ci spia da dietro le tendine, ma noi ci alziamo in volo all’istante: siamo passerotti di primavera.

Vabbè li adesco così, a loro fa piacereper me è nuova possibilità
e penso all’ambivalenza: fotografare reti e nodi di un luogo già passeggiato nel passato dove corpi di amanti tenevano emozioni e passioni messe in freezer
e imprevisto
dopo
qualche
breve attimo,
dopo stordimento etilicoanimico,
invece arriva scenario diverso: case diroccate e bellissima natura e spettacoli di voci e storie che curano poi chiacchiere che mi salvano un gruppo dove si esprime affettività in ascolto a differenza del deserto di parole e i gesti poco di cura del tempo precedente.

Quel numero che dovrei cancellare nuovamente dalla rubrica è il numero sbagliato di questo spettacolo…

View original post 241 altre parole

effetto domino

Libera.mente

20150820_224800

Così ennesima tessera di domino, avevo scritto

In quel momento in varie case si compiva la stessa azione.

Si buttava il vecchio di polvere carta scritte plastiche spiegazioni appunti istruzioni

per fare spazio ad altro

ma quell’altro era sempre altro vecchio che si trasportava di casa in casa

eredità si chiamava.

Eppure tutti compivano il loro dovere del fare altro spazio

E, nel mentre, affioravano  ritrovamenti sorprendenti sconosciuti o dimenticati. Per lo più era come entrare nella macchina del tempo e farci un giro di giostra impazzito, come ascensore che se si blocca dopo il premere l’alt poi scende subito giù,

C’era stato un alt un semaforo rosso faceva male stare fermi ad aspettare

tutto faceva male

le mani la schiena e il cuore

si era fermato tutto per diversi anni e poi come al solito,spingendo la prima tessera, caduto un giro di domino

si continua a giocare

e se…

View original post 222 altre parole

disordinatamente ordinati segni

Libera.mente

in un ordine disordinato

cercare storie e frammenti
che non capisco, quasi caccia al tesoro
sto sommersa da milioni di fascicoli di vita vissuta e appunti e preventivi e ricevute e garanzie e polvere e scatole di oggetti di qualsiasi tipo e carte e carte e foto e sensi smarriti e dimenticati
fare pulizia e buttare  una vita che non conoscevo

con il dettaglio quasi patologico e maniacale

archiviarsi la vita non mollare alcun oggetto

mi intimorisce incontrare il maremoto mentale altrui
molto altrui non saresti ora
sei comunque finito.
(non so ma sicuro)
dentro di me.
c’è più spazio.

ti ho detto delle parole infine mai dette e
hai risposto  e sei andato via
per una volta mi hai ascoltato

ho trovato la musica che cantavi e te l’ho messa nel taschino di quel vestito che non era il tuo.
Poi ho dovuto affrontare il mare in burrasca per…

View original post 226 altre parole

puntate precedenti

Libera.mente

(Estate è: ripropongo puntate precedenti di tre mesi fa, non so se le ho mai proiettate qua.

Non che ora non ci siano altre parole ma c’è solita confusione il corpo dorme, aspetta di essere risvegliato, rabbia per troppe cose e

la signora con la falce è seduta su quel letto

e io vorrei muovermi   andare in vacanza lontano, venti ore di aereo via da qui, ma non si sfugge a quello che finisce.

Perché poi rinasce da qualche parte.

Mi devo ricordare se il prossimo anno non cedo, riprendere a ballare

E cantare la vita che ho)

UNA DONNA CHE AMA TROPPO

Una donna che ama troppo o troppo poco

Una donna che trova parole e storie e una donna che non le cerca e cerca una donna che non è più perchè sotto terra o sopra al cielo: un discorso di prospettiva.

Perché non ci sono salti temporali…

View original post 396 altre parole

scavando

Libera.mente

P1060865oggi  scavavo tra zanzare e una libellula rara svolazzante per un giardino di città,

scavavo e pensavo che magari  sarei riuscita bene come archeologa,

magari una marija gimbutas (http://www.universitadelledonne.it/marija_gimbutas.htm),

che di sicuro non poco ha faticato in vita.

Da piccola ero solita scavare in questo stesso giardino e  l’emozione di trovare tesori nascosti era immensa, una biglia, un pezzo di lego, sassi  con residui di ferro luminescente.

L’archeologa dovevo fare, invece.

Invece, forse, non ho sbagliato, dato che continuo a scavare

trovo di tutto

a volte in profonda solitudine

altre nella moltitudine distraente e vociante

trovo e non cerco

oppure sì cerco una strada del sentire

da comunicare oltre gli avvoltoi che ci girano sulle teste, pronti a togliere vita alla nostra vita

a volte ci riescono

altre resistiamo perche tu resisti e io amo.

Scavo profondo e continuo pure tra le zanzare  fastidiose e una libellula amica, persa in…

View original post 78 altre parole

pazzi per troppo amore

Libera.mente

Noi siamo il mare nero che di giorno sta calmo si muove lentamente si cela nel profondo in un fruscio leggero intona il proprio salmo un canto che gli viene dal termine del mondo e porta di lontano profumo di speranza invade la tua stanza ti fa sentire strano ti fa apparire estraneo al gregge dei montoni condotti nel macello al suono dei milioni.

Noi siamo il mare nero che di notte protetto dal buio, si alza in onde, si butta sulla riva e se si tira indietro si avvolge nel suo letto per assalire l’ argine con forza ancor più viva. Abbiamo vele nere per spingerci nel mare ma non sono bandiere, attento a non sbagliare! Noi siamo libertà, ciò che più fa paura sospesi al centro esatto tra ragione e natura

Siamo gli anarchici,

Noi siamo il mare nero, la tenebra feroce sparsa sulle piaghe aperte del sistema…

View original post 386 altre parole

buone letture

Libera.mente

Vi stupiremo con grandi fuochi d’artificio

No, sono fuori produzione, rimangono solo immagini  dei salvaschermi per computer

Allora suoneremo trombe angeliche

No, agli angeli gli hanno confiscato lo strumento erano artisti di strada senza permesso

Idea migliore vi faremo assaggiare cibi prelibati mai provati prima, cacciaggione di prima scelta

No grazie gli animali e i loro derivati li lasciamo a sofisticati cannibali urbanizzati

E allora cosa desiderate? Ci sarà pure qualche cosa che bramate da sempre?

A dir la verità sì… ci sarebbe, potremmo volentieri fare a meno

di voi, trafficanti di anime perse

di commerci drogati

di banche portatrici di armi poco innocue

di illusionisti che fanno magie nelle quali ormai si sono persi e non si trovano più

di muri di pregiudizio

di roghi aizzati

di paure preconfezionate da sciogliere in acque tipo idrolitina

di impostori che ammaliano e poi colpiscono quando tutti sono inermi

nel paese dei…

View original post 83 altre parole

bis.cotto o non bis.cotto questo il problema

cookie law mah

Libera.mente

tanto veniamo fregati sempre due volte cotti da entrambi i lati, poi  ricordati non c’è due senza tre (ok oggi  è la giornata sono esaurita)

per premunirsi mi sono fatta la paginetta difendimi tu dai cookie (vedasi privacy:cookielaw)

vabbè vero  o non vero questo è il problema

di questi  biscottini glutinosi e pieni di zuccheri che fanno male, tanto siete & siamo controllati,  prima o poi vi.ci.si faranno pagare pure l’aria da respirare

o almeno quella che rimane respirabile

ho passato qualche manciata di abbondanti minuti

a rammendare qualcosa su  questo lenzuolo di monitor attenti a voi non accettate  biscottini dagli sconosciuti!!!

grazie alla rete di bloggersinfo e  a P. per la sua stringa html 🙂  (però mi piacerebbe viola a pois arancioni si può?)

DISCLAIMER io sottoscritta non farò mai uso di codesti cookie da video dato che infrangono la mia normativa di  non nutrirmi di derivati animali vabbè…

View original post 5 altre parole

s.ogni (terrazzo) che vedo bramo

Libera.mente

dovrei smetterla di  camminare naso all’insù e desiderare le terrazze che spuntano  di verde vestite dei tetti di Roma, tutto ciò non sarà mio un giorno, appunto.

ma continuo  con un ostinato musicale a ripetermi  se c’è bellezza lassù vorrei esserci e guardare tutto dall’alto in basso,  così la vita gli incontri  i tempi futuri e remoti e spesso mai presenti

possedere e bramare la materia e i legacci, sì ok

però sedermi in un angolo di silenzio e  piante, io pensile in attesa del volo

in bellezza dove c’è tanta disumana volgare cattiveria

pensieri miseri per menti piccine e ominidi vampiri  di potere che non gli basta mai

e io prenderò un palo  prima o poi

ma amo troppo  guardare i tetti

perchè  tanto un giorno

tuttociò non sarà mai mio

ps. pure io  chiederei di entrare per vedere questi /attici eden/ tipo: sa, stiamo girando un film… Cos’è…

View original post 22 altre parole

Spaurizzarsi

Libera.mente

Sai calibrare? Uno fa base, sostiene e sposta, agevola, l’altro è flyer in volo si muove e si appoggia e fa leva e scatta in equilibrio.

pare divertito, ecco se dovessi rinascere, ti vorrei trovare volentieri per fare tutto questo

si tratta di appoggio e movimento, concentrazione e bellezza

 

 poi acroyoga l’ho fatto una volta, a mia insaputa allora, con mari e maria presente, facevamo la parodia dei bulgari di aldogiovanniegiacomo io ovviamente ero flyer (sennò che mi levo in volo a fare?) sì era divertente quante risate in quella disperazione a venire.

 

Acrobatica.mente,  si fà di continuo, magari senza saperlo, come queste ragazzine afgane che possono andare sullo skate,  si accaniscono piccole guerriere coraggiose, sperando che gli rimanga dentro il coraggio

 

che cos’è per te il coraggio?

è non avere paura di quello che penso,  la risposta di un mio settenne al lavoro oggi  

                                             spaurizzarsi

View original post 31 altre parole

Inserisci qui il titolo

Libera.mente

in un mondo senza Re o Regine che soffrono di invisibilità da far scontare a chiunque, senza il voi dovreste  invece del noi possiamo…insieme

beh volo improvvisa come un aquilone che fà capricci e pare mi dica qualcosa, la prima volta, c’è sempre una prima volta per farti volare trasportati dal vento.

mi ripeto: le righe sulla fronte si marcano ora, ma in quello spazio che c’è  scorrono sempre le stesse parole di qualche tempo fà

Vorrei illustrarti l’audace che non sia manga pero’ pure se i fiori di ciliegio mi fanno sfarfallare di qua e di là

 

Vorrei tuffarmi in quei tuoi occhi che mi ricordano di un mondo altro e lucente di pioggia finita

Vorrei ritrovare il giorno di possibili note e armonie – fotografare un anima spersa e ritrovata

Vorrei farti assaggiare un piatto leggero e di sostanza

Vorrei viaggiarti attorno come giostra che mi ha…

View original post 63 altre parole