Tartufo!

Tartufo?

Qualcuno ha detto Tartufo

Chi ha detto Tartufo?

Quale Tartufo?

Questo Tartufo

Ah Tartufo!

Ogià Tartufo!

Sì sì Tartufo!

Bel Tartufo!

Beh, Tartufo…

Oh hanno detto Tartufo…

Tartufo o tartufo?

¿

Ahhahhhhahah

Io ho sentito risotto!

Sì risotto col Tartufo!

😉

View original post

Amate mete

Una decina di anni fa, (quando ancora lavoravo e potevo permettermelo), feci un viaggio in Marocco. Era gennaio mese in cui, come ogni anno, le ferie erano obbligatorie. Non avevo idee né desideri particolari per le mie vacanze, perciò scelsi una meta turistica a caso in un paese che avevo visitato in precedenza e che mi era piaciuto parecchio: il Marocco. La città di destinazione, Agadir, nella mia mente era come Riccione, quindi partii senza entusiasmo pronta ad annoiarmi per una settimana in beata solitudine.

Io e la mia ombra

Poi la solitudine si trasformò in migliaia di passi

sparsi in altre settimane

per salire più volte all’Antica Casbah

L’Antica Casbah sulla collina

Antica Casbah, antico selfie

Si trasformò in ammirazione verso quel mare

abbandonato dai turisti

Con sabbia e cielo

coperti di gabbiani in cerca di cibo

Cielo e sabbia

Sabbia

Cielo

Cielo e mare

Diventai gatto tra i…

View original post 39 altre parole

Scrivi, ragazza, scrivi

Gatto Atlantico

Scrivi ragazza, scrivi, del tempo, dello spazio, del mondo, dei ragazzi come te, di quelli diversi da te, del bianco, del nero, della luce che passa dalla finestra, la tua, la sua, quella del cielo.

Scrivi ragazza, scrivi, della musica, della vita, di Picasso e Caravaggio, della morte, dell’amore, dei saluti che non sono arrivati, di quelli che sono tornati.

Scrivi ragazza, scrivi, dell’arte, del pensiero, dei delusi, degli illusi, dei sospiri, dei lamenti, delle risa, della gioia.

Scrivi ragazza, scrivi, delle piume che cadono dal cielo, del polline in primavera, del sole a picco d’estate, della città, dei luoghi del cuore, dell’andata, del ritorno.

Scrivi ragazza, scrivi, del lavoro, dei viaggi, degli abbandoni, di tuo padre, di tua madre, delle immagine, della parola, dell’immenso.

Scrivi ragazza, scrivi, dell’accordo, del disaccordo, della pioggia, dei torrenti, del mare, del fiume, dell’acqua di lago.

Scrivi ragazza, scrivi, dei profumi, dei nemici, degli…

View original post 69 altre parole

I suoni armonici – Seconda puntata

Proseguiamo il nostro viaggio nel mondo dei suoni, grazie alla traduzione di “The Craft of  Musical composition – Book I” di Paul Hindemith con “La natura della serie degli armonici”.

Al fine di studiare la natura e la costruzione dei suoni armonici, prenderemo ad esempio la struttura avente DO come suono fondamentale:

http://www.nuovemuse.it/suoni-armonici-2/

in volo ritornano

libera.mente

Gli uccelli migratori son tornati sul balcone

ne hanno da raccontare e io al solito li ascolto…

anche io ne avrei da dire

non un  inverno semplice

di mancanze perdite avvicinamenti scoperte e delusioni

In primavera tornano

mi hanno portato qualcosa di nuovo

tra le zampette

sbrilluccica

 

cerco di afferrarlo e lo vedo: un piccolo cuore di oro rosso raccattato chissà dove

ritornano loro e ritorna il cuore

sarà da fidarsi affidarsi crederci farci una  risata su

sui voli miei narcisi e vani  pure se in cerca di approdi

spero il cuore mi cucini qualcosa di buono

e si dia generoso e coraggioso di tempo.

come il cinguettio degli uccellini carichi di storie e luoghi incredibili

in arrivo

View original post

Viaggi guai musica arte

Gatto Atlantico

Quando ero adolescente non ricordo quale amica tirò fuori un libretto con versi di Dorothy Parker, in tutta la sua gaia sfrontatezza e verità.

Un piccolo componimento mi è rimasto sempre impresso: viaggi guai musica arte un bacio un vestito una rima: non ho mai detto che riempiono il cuore, ma servono a far passare il tempo.

È molto vero. Soprattutto fanno passare il tempo in maniera buona, soddisfacente, se non piena. Perché sono poche le scelte nella vita che ce la rendono piena sia nel bene che nel male. Così come sono pochi i momenti che ce la condizionano nostro malgrado.

Tutto il resto è ridere scherzare, mangiare, ingrassare dormire, ferire incassare ferire incassare come direbbe Ivano Fossati. Anzi c’è una sua canzone che mette l’ansia ma rende l’idea molto bene. Si chiama discanto. Ed è un capolavoro.

Così esistono periodi lunghi del dopo, quello che ci fa riprendere…

View original post 250 altre parole

La mia bambina

Buongiorno amici, anche oggi ho una nota positiva da scrivere sul mio blog.

Sono felice di annunciare che il mio libro “La bambina surgelata e altri racconti” è disponibile in formato digitale (Kindle, e-Book, ecc.) su tutti gli store on line al prezzo di 1,99 €.

Per chi fosse interessato all’acquisto può cliccare direttamente sullo store preferito

clicca per leggere l’estratto del libro

Cliccami 😀

Cliccami 😀

Cliccami 😀

Cercalo anche qui

Ricordo che chi preferisce il formato cartaceo può chiederlo direttamente a me scrivendo a evaporata@gmail.com il costo è di 10 €

Grazie di CUORI per l’attenzione

😉

View original post