Praga e il cubismo

Va bene che a Praga ci sono edifici in stile cubista, va bene che c’è il museo del cubismo,e va bene che c’è il caffè cubista, ma mi pare che Google Maps abbia veramente esagerato.
Date un’occhiata all’immagine sottostante, cliccateci sopra per vederla a tutto schermo e poi ditemi se quella specie di parcheggio, con delle “cose” che affiorano dall’asfalto, e anche quei “fantasmi” di tram, non sembrano l’opera di un artista cubista di assai dubbio valore…

Per inciso, si tratta di una vista dall’alto di Malostranské náměstí, una piazza di Malá Strana, sì, ma strana forte!

.

.

Le tempeste emotive delle donne: una esperienza personale

Gatto Atlantico

Si avvicina l’8 marzo. Non credo molto alle celebrazioni e alle parole vuote. Credo però ai momenti di riflessione. Anche personali. Spesso parto da esperienze per esprimere dei concetti. Accadrà anche stavolta. Con l’avvertenza che quello che scriverò non nasce per colpire qualcuno. Ma per dare a tutti motivi di riflessione. A me, a “qualcuno”, a tutti noi.

Parto dalla vicenda della tempesta emotiva. Cioè del tizio a cui hanno dimezzato la pena perché ha strangolato a mani nude la compagna, in preda, appunto,  a una “tempesta emotiva”. Il giudice ora “si difende” (posto che trovo surreale che un giudice si debba difendere mediaticamente) dicendo che questa persona era particolarmente debole e fragile e quindi nel caso specifico l’attenuante era sensata.

Non conosco il caso, non mi sostituisco al giudice, non entro nel merito della vicenda. Entro nel merito della nostra cultura però. Del nostro humus sociale e culturale che…

View original post 1.080 altre parole